Il potenziale impatto dell’inflazione sulle ricerche degli utenti Amazon nel terzo trimestre del 2022

Dicembre 13, 2022

Secondo stime preliminari ISTAT di ottobre 2022, l’indice nazionale dei prezzi al consumo ha registrato un aumento di quasi il 12% su base annua e del 3,5% su base mensile. A spiegare questa significativa impennata sono sicuramente i beni energetici, ma non solo: le tensioni inflazionistiche stanno infatti influenzando quasi tutti i comparti merceologici.

 

Ma come sono cambiate le ricerche degli utenti su Amazon.it in concomitanza di tali influenze?

Su Amazon.it si assiste ad una crescente rilevanza delle ricerche che al loro interno contengono un riferimento specifico al segmento “offerte” (i.e. “tablet in offerta”): comportamento da parte dei consumatori che potrebbe indicare un tentativo di far fronte alla crescente riduzione del proprio potere di acquisto. Nel terzo trimestre del 2022 le ricerche legate al segmento “offerte” registrano infatti una crescita a doppia cifra (più del 30% anno su anno), crescita che raggiunge quasi il 40% nel mese di ottobre.

 

 

NB. Il segmento Generic raccoglie tutti quei termini di ricerca che fanno riferimento ad “offerta/offerte” senza però citare una specifica categoria merceologica (i.e. “offerte del giorno”).

 

Crescono ricerche di offerte per i beni di prima necessità

Nonostante rimangano rilevanti in termini di volumi, perdono quota le ricerche legate all’Elettronica (-6 punti percentuali) e all’Informatica (-4 punti percentuali) a favore di ricerche legate a beni di prima necessità: macro-categorie come Salute e cura della persona e Fai da te guadagnano infatti rispettivamente +3 e +7 punti percentuali in termini di share sul totale volumi di ricerca stimati per il segmento offerte.

Nel terzo trimestre del 2022 aumentano anche i termini di ricerca legati alle offerte per prodotti come carta igienica, ammorbidenti e detersivi, che arrivano a generare il 5% dei volumi di ricerca stimati nel segmento offerte, guadagnando 3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (i.e. “carta igienica offerta lampo” +218% YoY).

 

 

È fondamentale precisare come non esista necessariamente una correlazione diretta tra le ricerche contenenti la parola “offerta” e i prodotti effettivamente venduti in riduzione di prezzo: infatti, molto spesso Amazon, a seguito di ricerche di prodotti in offerta, mostra nei risultati di ricerca i formati convenienza. Ad esempio, i tre prodotti più cliccati per “carta igienica offerta lampo” sono due confezioni da 36 (Marchio Amazon) ed una da 90 rotoli (Tenderly). 

 

Il segmento del pellet

Interessante sottolineare come, nel terzo trimestre del 2022, i termini di ricerca relativi a “pellet in offerta” abbiano generato il 7% dei volumi di ricerca stimati del segmento offerte, segnando una crescita a 4 cifre pari a quasi il +1500% anno su anno.

Da ricordare come anche il prezzo del pellet, biomassa fino a un anno fa universalmente percepita come più conveniente rispetto al gas metano, sia oggi soggetto a continui aumenti per una molteplicità di cause – tra cui la scarsità della materia prima da cui viene prodotto, spesso legno proveniente da Russia, Ucraina e Bielorussia. 

 

Il termine di ricerca “pellet per stufa sacchi 15kg offerte” è infatti passato da 72° a 2° termine di ricerca più rilevante nel segmento offerte. 

Tra i nuovi trend di ricerca nella categoria Giardino e Giardinaggio troviamo poi “pellettatrice domestica” per la produzione di pellet fai da te: risulta chiaro quindi che l’utente si fida di Amazon – in termini di marketplace in cui ricercare la convenienza – anche per categorie di prodotto per cui, in condizioni normali, non risulterebbe essere il canale di riferimento.

 

 

Contattaci per maggiori informazioni!